Avete mai pensato di piantare il basilico in vaso? Come si può piantare una piccola pianta di basilico in un comune vaso?

Basilico

Piantare una pianta di basilico è facile, ma è necessario tenere di conto alcuni accorgimenti per far sì che la pianta abbia una vita serena e possibilmente lunga. Vediamo di seguito come poter piantare il basilico in vaso e farlo crescere come si deve.

Come piantare il basilico in vaso

Tutto è molto semplice: fin quando si ha un vaso, terra e terriccio, il gioco è fatto. Basta inserire le piccole piante di basilico a circa 20  cm di distanza l'una dall'altra. È inoltre consigliato prendere un vaso piuttosto profondo in modo che il basilico possa affondare le radici senza problemi.

Da notare che è sempre meglio fare un vaso esclusivo per il basilico. Se insieme a quest’erba si pianta anche un peperoncino, ad esempio, si rischia di far crescere bene l’uno ma mancare di nutrimento per l’altro. Per questo motivo è bene assicurarsi che il vaso racchiuda solo la stessa tipologia di piante.

Naturalmente, ortaggi e piante riescono a prosperare meglio in un terreno vero e proprio piuttosto che all’interno di un vaso. Tuttavia, si possono trovare anche terreni poco fertili che a sua volta non producono risultati e, di conseguenza, piantare il basilico in vaso è consigliato.

Si possono piantare piccole piante di basilico anche in piccoli vasi, fin quando sono poche. È opportuno considerare che più terreno ci sarà per la pianta, più avrà possibilità di affondare le radici e prosperare. Si dovrà quindi trovare il giusto compromesso tra lo spazio che si ha e il tipo di vaso in cui si riesce a piantare il basilico.

Mantenere in forma il basilico in vaso

Può succedere che, nonostante tutte le procedure adottate, il basilico non cresca come lo si desidera. Che cosa può essere successo di compromettente? Si possono considerare alcune cose.

Basilico 2

In primis, il vaso può risultare troppo piccolo, oppure non fa ristagnare l’acqua a sufficienza. I vasi in terracotta sono sempre la migliore opzione per questo, in quanto i vasi in plastica a volte ostruiscono il ristagno naturale dell’acqua.

Un’altra cosa da non sottovalutare è il dosaggio dell’acqua. Troppa fa male, troppo poca non basta. Bisogna trovare il giusto equilibrio e trovare anche il momento migliore per annaffiare le piante. La mattina o la sera tardi sono due buoni orari. Sempre meglio evitare le ore calde per annaffiare il vostro basilico. Non dimenticate che il basilico necessita di rimanere all’ombra e possibilmente lontano da correnti d’aria.

Infine, è opportuno rimuovere i fiori del basilico. Quando sono giunti al culmine della loro crescita, maturano una sorta di fiore che va staccato. Se non viene rimosso, la pianta rischia di diventare dura e produrrà conseguentemente foglie meno “saporite”.

Hai un sito e-commerce?

Inserisci il sito su www.ebuyers.it gratis.

Aggiungi la tua attività
Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo