Prendersi cura dei propri denti è essenziale per una buona salute generale.

La scelta del giusto metodo di pulizia è altresì fondamentale, ed è per questo motivo che alcune persone hanno iniziato a prendere in considerazione l'utilizzo di un idropulsore invece di uno spazzolino elettrico. Entrambe queste unità hanno in pratica lo stesso scopo ossia di pulire i denti. Ma c'è una netta differenza tra i due che potrebbe indurli ad usarli entrambi.

 spazzolino elettrico quale scegliere

In riferimento a ciò, questo articolo esamina in modo più approfondito i dispositivi valutandone anche i pro e i contro.

Qualora vogliate acquisire maggiori informazioni sull’utilizzo dello spazzolino elettrico vi consigliamo di consultare il sito www.spazzolinoelettrico.info.

Le caratteristiche e le funzionalità dello spazzolino elettrico

Gli spazzolini elettrici possono dimostrarsi più efficienti nel migliorare la salute delle gengive e nella rimozione della placca. In caso di difficoltà nel maneggiare gli spazzolini manuali a causa di condizioni mediche come il Parkinson o l'artrite, uno elettrico risulta tra l’altro molto più gestibile. La ricerca mostra inoltre che questo dispositivo è anche molto più delicato sulle gengive.

I pro degli spazzolini elettrici

Gli spazzolini elettrici proprio come gli idropulsori possono sembrare più attraenti da usare al posto di quelli manuali e del filo interdentale, ed inoltre sono anche più allettanti di altri per una serie di motivi. Uno spazzolino elettrico è un ottimo risparmio di tempo ed esegue un lavoro di pulizia più accurato poiché fornisce 6.000-30.000 colpi al minuto. Ci vorrà quindi di meno per pulire correttamente i denti, e alcuni modelli funzionano anche con un timer ideale per assicurare un lavoro accurato. Tuttavia, ciò non significa che sia efficace passare rapidamente lo spazzolino sui denti, ed è di vitale importanza quindi assicurarsi che ognuno sia pulito a fondo. Gli spazzolini elettrici sono un'ottima opzione in quanto sono comodi da tenere in mano e si prenderanno cura dei denti grazie all’azione rotante che svolgono.

I contro degli spazzolini elettrici

Gli spazzolini elettrici di alta qualità sono notevolmente costosi, e lo sono ancora di più se consideriamo il fatto che bisogna sostituire le testine con una certa frequenza. La natura ingombrante di uno spazzolino elettrico potrebbe inoltre non essere adatta a coloro che viaggiano spesso, così come per chi ha poco spazio sulla mensola del bagno.  A margine va altresì aggiunto che alcune persone trovano che le vibrazioni create siano aggravanti e talvolta dolorose. Quelli con denti allentati, problemi gengivali o sensibilità generale potrebbero di conseguenza voler prendere in considerazione un'altra tecnica di spazzolamento.

Le caratteristiche e le funzionalità dell’idropulsore

Un idropulsore è un'unità elettrica che spara getti d'acqua sui denti, ed è ideale se si lamentano gengive delicate e sanguinanti. La ricerca ha tra l’atro scoperto che gli idropulsori sono utili per allontanare entrambe queste condizioni, e sebbene puntino l'acqua sui denti alcuni dicono che non entra correttamente negli spazi come in genere fa un filo interdentale.

I pro degli idropulsori

Il vantaggio principale di usare gli idropulsori per la pulizia dei denti è che forniscono un'alternativa affidabile a coloro che scelgono di non utilizzare il filo interdentale. L'unità infatti emette un flusso d'acqua che è possibile mirare tra i vari denti, aiutando a rimuovere le particelle di cibo che potrebbero provocare gengiviti o carie se trascurate. Un idropulsore è considerato un'opzione conveniente per coloro che altrimenti non farebbero nulla per pulire gli spazi tra i denti.  Questo strumento è infine molto più facile da usare, specialmente per chi ha difficoltà a usare le mani o non ha la destrezza necessaria per maneggiare il filo interdentale.

I contro degli idropulsori

Sfortunatamente, alcuni dicono che un idropulsore non farà un lavoro eccezionale per pulire la placca dai denti come farebbe invece il filo interdentale tradizionale. Il flusso che colpisce i denti può infatti passare sopra il tartaro e la placca accumulati. Inoltre, non ha la forza necessaria per pulire a fondo gli spazi interdentali. Gli idropulsori infine possono essere relativamente costosi, anche se si ritiene che valgano l'investimento a lungo termine.

Cosa dicono gli esperti?

Gli spazzolini elettrici sarebbero utili per le persone che hanno denti irregolari, apparecchi ortodontici o altri dispositivi simili. Gli esperti dentali affermano tra l’altro che gli spazzolini elettrici sono maggiormente indicati per le persone che lamentano eccessive macchie sui denti rispetto a quelli manuali. Gli idropulsori invece potrebbero non essere importanti per tutti in quanto il loro scopo principale è rimuovere le particelle di cibo che si sono depositate nei dispositivi ortodontici.

Conclusioni

A meno che non si intenda solo rimuovere la placca l'acquisto di un idropulsore non è importante, per cui la scelta dello spazzolino elettrico è quella giusta purché si abbia l’accortezza di tenerlo pulito e di sostituire ogni 3-4 mesi le testine rotanti usando magari anche il filo interdentale quotidianamente e visitando regolarmente il dentista. Gli idropulsori sono significativamente più efficienti degli spazzolini elettrici quando si tratta di ridurre la gengivite e il sanguinamento gengivale.

Nel caso in cui si opti per un idropulsore, sarebbe più saggio utilizzarlo in combinazione con uno spazzolino manuale o elettrico. In effetti, i dentisti non considerano l'idropulsore come sostituto del filo interdentale e dello spazzolino piuttosto ritengono che dovrebbe essere un passaggio aggiuntivo nel processo di pulizia ed igiene della bocca.

Hai un sito e-commerce?

Inserisci il sito su www.ebuyers.it gratis.

Aggiungi la tua attività
Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo