Chi non ha mai sentito parlare di bondage, probabilmente non è al corrente di una nuova pratica erotico-artistica che sta diffondendosi sempre più.

 

Bondage

Di origini orientali, il bondage consiste nel utilizzare corde, bavagli, manette, catene o quant’altro possa servire per legare il partner e stimolarlo a provare nuovi piacere tramite la deprivazione sensoriale.

Questo tipo di pratica, tuttavia, necessita d’essere presa con le giuste precauzioni, in quanto i rischi sono molti. Vediamo nello specifico in cosa consiste e cosa significa fare bondage.

Lo svolgimento del bondage

Sostanzialmente, il bondage è una pratica in cui il partner viene immobilizzato in modo consenziente, limitandone la capacità sensoriale per un certo periodo di tempo. Spesso il bondage viene effettuato utilizzando corde, bavagli, cappucci o anche catene.

L’idea del bondage si basa sull’impedimento della libertà fisica, in cui i due partner risultano perfettamente consenzienti e, tramite corde o altri elementi, si cerca di suscitare emozioni fisiche forti date da determinate posture del corpo, ma anche da atteggiamenti mentali forti, come lo scambio di fiducia reciproco e l’abbandono dato dalla costrizione.

Tra le tecniche di bondage possiamo annoverarne alcune molto utilizzate. Molto spesso si parla di costrizione di parti del corpo, parti che vengono raggruppate e ristrette tra loro. Questa risulta una tra le più comuni e diffuse anche in ambito artistico e di performance.

Un’altra tecnica spesso usata è la separazione o divaricazione di diverse parti del corpo. In alternativa, le parti del corpo vengono collegate a oggetti esterni come muri, pali o sostegni di vario genere che permettono di creare emozioni fisiche sensoriali di una certa portata.

Una tra le tecniche più estreme di bondage è la mummificazione. Qui spesso si parla di deprivazione sensoriale, ovvero una completa privazione di percepire uno  o più stimoli sensoriale comunemente percepiti.

Tuttavia, il bondage non è solo fisico, ma molto frequentemente è anche verbale. Non di rado vengono dati ordini da eseguire e stimoli tramite frasi per amplificare l’emozione.

Il bondage e la sua pericolosità

Nonostante oggi sia una sorta di forma d’arte, non è assolutamente una pratica da prendere sottogamba. Infatti, se non si conosce bene il partner e le sue possibili reazioni a pratiche di questo genere si rischia di incappare in spiacevoli sorprese.

È infatti opportuno essere informati e soprattutto fidarsi del proprio partner prima di svolgere questa pratica, specialmente in pubblico. Inoltre, le condizioni fisiche e mentali devono essere sane e predisposte per questo tipo di pratica erotica.

Da notare che la persona a cui verrà praticato il bondage, necessita d’essere costantemente sorvegliata e colui che legherà la persona in questione dovrà prendersi cura di lei in tutto e per tutto.

Detto questo, quando si affrontano pratiche estreme e allo stesso tempo delicate come il bondage, è sempre importante essere consapevoli di ciò che si sta svolgendo, in modo da rendere il tutto liscio e non problematico.

Hai un sito e-commerce?

Inserisci il sito su www.ebuyers.it gratis.

Aggiungi la tua attività
Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo

Consigliati da eBuyers

Acquistare un monopattino elettrico
Acquistare un monopattino elettrico
Acquistare un monopattino elettrico è una ottima i ...
Ars Religiosa - Vendita online di articoli religio
Ars Religiosa - Vendita online di articoli religio
Siamo una dinamica realtà che è collegata a primar ...