Il tasso di abbandono del carrello è la percentuale di acquirenti online che aggiungono articoli al carrello ma non completano l'acquisto

La percentuale di clienti che abbandonano i carrelli di spesa viene determinata confrontandola con la percentuale di clienti che hanno completato una transazione.

Abbandono del carrello

Perché i proprietari dei negozi non dovrebbero trascurare l'abbandono dei carrelli?

A causa dei carrelli abbandonati, i rivenditori perdono clienti. Se il consumatore amava il prodotto, probabilmente non è arrivato alla pagina di pagamento per altri motivi. Nonostante siano in grado di identificare le ragioni alla radice dell'abbandono del carrello, alcune aziende non sono in grado di escogitare misure efficaci per combatterlo.

I tassi di abbandono del carrello sono ancora più elevati durante le festività natalizie, quando è più probabile che gli acquirenti effettuino un acquisto, come riportato da India Marketers. Le statistiche sull'abbandono del carrello rivelando che il ritorno sull'investimento dei rivenditori ne risente.

Parliamo dei motivi alla base dell'abbandono del carrello e di come combatterli. Ma prima di entrare nei fattori, possiamo esaminare uno studio del Baymard Institute per capire meglio perché i clienti abbandonano i loro carrelli.

Quali fattori spingono l'acquirente ad abbandonare i propri carrelli della spesa?

1. Forzare un nuovo account

Prima di consentire alle persone di mettere le cose in un carrello virtuale, non è mai una buona idea farle registrare o creare un account. L'aggiunta di passaggi al processo di acquisto scoraggerà clienti specifici.

Soluzione :

Consenti ai clienti di effettuare il check-out senza creare un account; questo non dovrebbe mai essere richiesto.

2. Incapacità di stimare l'intero costo di un prodotto

Per la maggior parte dei clienti Internet, il prezzo è la considerazione più importante. Ai clienti non viene comunicato il costo totale dei loro acquisti, comprese le tasse e le spese di spedizione, quando fanno acquisti. Molti consumatori lo fanno per vedere quanto costerà il loro ordine prima del check-out.

Soluzione: 

Fornisci ai clienti dettagli completi sui prezzi, inclusi i costi dei servizi e le commissioni aggiuntive, prima che gli articoli vengano aggiunti a un carrello. È più facile per i clienti andare avanti se conoscono il costo totale prima di arrivarci.

3. Impossibile permettersi la spedizione

La maggior parte delle persone non è contenta di dover pagare spese di spedizione elevate. Per la maggior parte, le persone acquistano online poiché possono farsi consegnare i propri acquisti direttamente alla porta di casa e approfittare di offerte speciali.

Ma gli alti costi di trasporto rendono il prodotto più costoso e meno attraente per i clienti. Inoltre, gli acquirenti su Internet a volte acquistano prodotti d'impulso: se vengono a sapere che il prodotto impiegherà settimane ad arrivare, potrebbero cercare altrove.

Soluzione:

Riduci i costi di spedizione o offri vantaggi extra, ad esempio se acquisti il ​​prodotto A, riceverai il prodotto B gratuitamente. Puoi anche optare per la spedizione GRATUITA, poiché il 90% dei consumatori ha maggiori probabilità di acquistare se vede la spedizione GRATUITA.

5. Conservare i prodotti per un uso successivo

La maggior parte delle persone lascia i carrelli per questo motivo. I clienti che acquistano online non sono diversi da quelli che acquistano nei negozi. Preferiscono "guardare le vetrine" e sfogliare la merce nel loro tempo libero. Uno dei pochi vantaggi che hanno gli acquirenti su Internet è la possibilità di salvare gli articoli nei loro carrelli della spesa o gli URL delle pagine dei prodotti a cui sono interessati in seguito. L'abbandono del carrello si verifica quando i clienti aggiungono articoli al proprio carrello e decidono di non completare l'acquisto.

Soluzione : 

Concentrati sul lato positivo! Tuttavia, non è una perdita totale di opportunità. Dopotutto, non sai mai cosa farà il cliente in futuro. Altrimenti, puoi eseguire il retargeting dei clienti visitati sui social media e attirarli con offerte straordinarie.

6. Una procedura di pagamento difficile

L'importanza di un checkout senza problemi non può essere sopravvalutata. Idealmente, dovrebbe includere il nome, l'indirizzo e le informazioni di pagamento della persona. L'abbandono del carrello è un evento comune quando ci sono troppi ostacoli al completamento di una transazione. I clienti potrebbero anche non effettuare mai un altro acquisto dal negozio online o lasciare recensioni o spargere la voce, con il risultato di possibilità ancora più mancate.

Soluzione:

La creazione di un'esperienza di pagamento positiva e senza interruzioni può aiutare la tua azienda ad avere successo. Quando crei un sito di e-commerce, tieni presente l'esperienza dell'utente per massimizzare i tassi di conversione e il ritorno sull'investimento. Segui le best practice della pagina di pagamento consentendo ai tuoi clienti di completare l'intero processo in un unico passaggio.

7. Il checkout non è progettato per lo shopping multicanale

Oltre il 60% degli acquirenti online utilizza i propri dispositivi mobili per navigare nei siti di e-commerce. Questa categoria potrebbe comprendere una vasta gamma di diversi tipi di smartphone e tablet. Quindi non è possibile utilizzare un unico formato su tutti i dispositivi.

I clienti possono abbandonare i loro carrelli perché non hanno fiducia nel processo di pagamento se non è progettato per lo shopping omnicanale. Quando si effettuano acquisti online, la paura più comune che hanno i clienti è che le loro informazioni personali vengano compromesse.

Soluzione:

Creare un'esperienza mobile senza soluzione di continuità, concentrandosi prima sul cliente, controllando i dati degli utenti e coinvolgendo i clienti su tutti i canali è la soluzione. Il checkout è un'area in cui è possibile migliorare lo shopping omnicanale.

8. Disponibilità di meno opzioni di pagamento

Le carte di credito non sono per tutti. Se l'e-store di un cliente non offre una varietà di opzioni di pagamento, potrebbe abbandonare un carrello.

Soluzione : 

 Mostra una vasta gamma di metodi di pagamento come carte di credito, carte di debito, PayPal, pagamenti UPI e molti altri per attirare nuovi clienti

9. Termine di consegna

Ogni cliente che acquista online ha fretta. Consegnare il prodotto in 24 ore può aiutarti a ridurre il tasso di abbandono del carrello. Infatti, secondo PWC , il 41% dei consumatori era disposto a pagare una tariffa di consegna anticipata per ricevere il proprio ordine nel più breve tempo possibile. Ora puoi pensare di addebitare ai tuoi clienti la consegna anticipata, sapendo che la consegna anticipata per il tuo marchio non è altro che un incubo.

Soluzione:

Guardando altri fattori che hanno abbandonato il carrello dei clienti. Ti consigliamo di fornire la consegna anticipata insieme alla spedizione gratuita. Fai la mossa più intelligente, aggiungi le spese di spedizione anticipata al costo del prodotto e offri la spedizione gratuita. Ci saranno meno possibilità che i clienti abbandonino il carrello.

Rendi l'esperienza del cliente una priorità adesso!

Non deve essere difficile ridurre l'abbandono del carrello. Devi anche concentrarti su altri fattori e mettere a punto una strategia per migliorare le tue vendite. Non puoi sempre impedire all'acquirente di abbandonare il carrello, ma puoi fornire le soluzioni a tutte le sue domande. Offrire al cliente un processo agevole e senza problemi per effettuare un acquisto.

Hai un sito e-commerce?

Inserisci il sito su www.ebuyers.it gratis.

Aggiungi la tua attività
Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo